Il pre-diabete: sintomi

Il pre-diabete: sintomi

Si parla di pre-diabete o intolleranza glucidica quando dalle analisi del sangue i valori sono superiori alla norma.

Ma erroneamente a quanto si pensa, tale valore non è così alto da permettere al medico di diagnosticare il diabete.

L’espressione pre-diabete è un modo chiaro e semplice per spiegare che il paziente rischia di sviluppare il diabete se non prende in considerazione determinati  accorgimenti, del tipo: seguire un’alimentazione sana ed equilibrata caratterizzata dalla limitazione di grassi e calorie, perdere peso se si è in sovrappeso, svolgere regolare attività fisica

Secondo una recente ricerca è stato stimato che l’11% dei pazienti colpiti da pre-diabete sviluppa il diabete nel giro di tre anni.

Molto spesso chi è affetto da pre-diabete può non accusare nessun sintomo.

Chi è a rischio di diabete?

Sono a rischio di diabete tutte quelle persone che:

  • sono in sovrappeso
  • hanno un genitore o un fratello che soffre di diabete
  • non svolgono regolare attività fisica
  • soffrono di ipertensione
  • hanno i trigliceridi alti

Quindi, se si è in sovrappeso e si ha più di 45 anni di età, è consigliabile eseguire gli esami del pre-diabete.

Come è stato accennato precedentemente, il pre-diabete è una patologia silente, per la diagnosi è fondamentale eseguire gli esami della glicemia. Il medico potrà prescrivere i seguenti esami:

  1. esame della glicemia a digiuno: viene eseguita quando il paziente non ha assunto cibo e bevande da almeno 12 ore. Raggiunge la massima efficacia se viene eseguito al mattino. Se il valore della glicemia a digiuno è compreso tra 100 e 125 mg/dl, non si parla di diabete ma c’è il rischio di contrarlo. Mentre un valore della glicemia a digiuno superiore o pari ai 126 mg/dl significa che si soffre di diabete
  2. test orale di tolleranza al glucosio: in questo tipo di esame il paziente assumerà un liquido dolcificato dopo aver digiunato tutta la notte. Si diagnostica il pre-diabete se dopo aver bevuto tale liquido i valori sono compresi tra 140 e 199 mg/dl. Mentre se il valore è superiore ai 200 mg./dl allora in questo caso si parla di diabete.
Comments are closed.